11 Aprile 2010 Milano City Marathon – LA RINASCITA ?

Se sono i numeri che decretano un successo…
Se sono i numeri che decretano un successo allora si può dire che la prima edizione delle staffette inserite nel contesto della Maratona di Milano è stato un successo; Stessa cosa non può dirsi per la Maratona vera e propria.
Tra Maratona e Mezza hanno tagliato il traguardo circa 4500 atleti quindi si può supporre che gl’iscritti saranno stati attorno ai 5000, che per una città come Milano è un numero abbastanza modesto, nonostante siano scesi in campo i guru del podismo supportati dai politici locali e i media la cui eco (dopo un anno di assenza dalle scene podistiche) non è stata modesta, in più c’è da dire che la città ha sempre reagito in modo insofferente a questo tipo di eventi infatti tantissimi amanti delle maratone la scartano dai loro circuiti.
Gli sforzi fatti quest’anno per portare la Maratona di Milano nel circuito delle grandi europee sono evidenti e tangibili e i commenti raccolti tra gli amici che l’hanno corsa sono stati positivi quindi c’è un’inversione di tendenza nei giudizi che lascia ben sperare per il futuro. Che la decima edizione di questa Maratona segni definitivamente la svolta?

Grande successo invece per la prima edizione delle staffette; la maggior parte di esse avevano uno scopo benefico. 1800 i partecipanti e forse sarebbero stati molti di più se fosse stato evidenziato maggiormente lo scopo.

Mettere insieme quattro persone per una staffetta non e poi così semplice eppure il risultato è sotto gli occhi di tutti ed oltre al fine benefico è stato un gran divertimento, almeno per me e per i componenti della mia staffetta. Fabrizio Cosi (organizzatore e animatore di Podisti da Marte) ha avuto un bel da fare per organizzare e comporre un buon numero di staffette legate alle varie Onlus (la mia era quella del Dottor Sorriso), molti staffettisti non si conoscevano tra di loro come nel mio caso. E’ stata una esperienza piacevole anche se podisticamente poco impegnativa, la finalità ottima il divertimento non è mancato e il prossimo anno sicuramente m’impegnerò anch’io in prima persona per formarne delle nuove. Annarita Briganti, Laura Nateri, Marco Brischetto ed Io abbiamo condiviso le frazioni di questa Milano City Marathon numero dieci con l’obbiettivo di rincontrarci ancora e probabilmente l’occasione sarà la missione n° 14 di Podisti da Marte. Ma non mettiamo limiti alla provvidenza!

In merito all’organizzazione delle staffette ho due osservazioni a cui credo che si possa porre rimedio in futuro: 1° – le zone di cambio erano caotiche e il lavoro dei volontari addetti al controllo degli staffettisti è stato immane per tenere negli spazi assegnati ai cambisti perché non debordassero intralciando il passaggio dei maratoneti (vedere foto che ho pubblicato ). 2° – lasciare la sacca con gl’indumenti entro le 10.30, (poi spostato alle 11.10 nel caso del 30° km. Vi ricordo che le staffette sono partite 20′ dopo la maratona), è un tempo troppo ristretto: quasi tutti a morir di freddo e coprirsi con indumenti di fortuna più svariati in attesa del testimone. Il mio testimone è arrivato alle 12,30 circa ma quelli di altri molto più tardi e per fortuna che non è piovuto ma il vento… non sa leggere!

Antonio Capasso
 
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • laura  On 16 aprile 2010 at 00:38

    Che idea magnifica quella della maratona in staffetta! Chiunque l\’abbia avuta merita l\’apprezzamento di tutti, analogamente a chi ha creduto al valore non solo sportivo di questa manifestazione, con dedizione e lungimiranza. Noi CLOWN, per esempio, siamo stati creati dal cuore pulsante dei PODISTI marziani, Fabrizio Cosi, senza conoscerci ci siamo ritrovati davanti alla fontana del Castello per ritirare i pettorali e per conoscerci e….. riconoscerci al passaggio del testimone! E così, nonostante la maratona non fosse nei miei piani ( e nelle mie gambe!) per questo aprile eccomi a San Siro alle 10 di domenica 11 aprile ad attendere, in un clima festoso e trepidante, il passaggio del testimone, il mio ma anche quello degli altri, per unirsi al flusso, per correre e partecipare, anche se per soli 10 km, al fianco di veri maratoneti sulla distanza madre delle olimpiadi. Quello dei 10 km è il primo passaggio, della staffetta ma in assoluto di questa nuova formula e c\’è molta attesa…..e non delude: grande solidarietà e partecipazione sono gli ingredienti che hanno condito questa giornata di corsa sana e appassionata! Alla prossima, spero presto….Laura

  • OneMarathonForCapasso -  On 21 aprile 2010 at 20:48

    Brava Lauretta, ci sei riuscita… a scrivere!!La prossima tappa per te spero che sia la mezza e poi saremo felicissimi di vederti tagliare il traguardo della MARATONA.A presto,Antonio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: