Stramilano 2010: 21 km per Michela

Michela ha corso con me.

Sono tanti i bei ricordi che mi porto dietro dalla Stramilano 2010:

L’accoglienza calorosa e sincera degli organizzatori che hanno ospitato me e mio padre in maniera squisita (siamo stati per due giorni insieme a top runners !!!)

Il premio di categoria MF35  in ricordo  di Michela offerto dalla Croce Rossa

La targa degli organizzatori consegnata a mio padre (io stavo ancora correndo)  con una dedica per Michela che continuerà sempre a correre la Stramilano

Le lacrime dopo il traguardo, gli applausi del pubblico al ricordo di Michela, le foto sul palco,  l’intervista dello speaker,  gli abbracci e i sinceri ringraziamenti degli organizzatori di Stramilano.

L’ aver finalmente  incontrato,  dopo mesi di contatti,  due grandissimi amici come Fabrizio Cosi e Antonio Capasso che in questi mesi hanno dimostrato una grande sensibilità nei confronti della storia di Michela.

e poi la corsa ….21 km di intense emozioni !!

Non stavo bene, da oltre un mese uscite di non più di 10km a ritmo mai  sotto i   5’15”  poi la sera prima anche problemi gastrointestinali (forse l’emozione ) ma avevo una carica ed una voglia di arrivare per onorare il ricordo di Michela !!!

Volevo partire a 5′ 20” ma la gambe andavano bene,  non volevo avere  problemi con l’ernia o gli altri acciacchi  e mi sono sforzato per non scendere sotto i 5 al km

L’affrontare la gara ad un ritmo tranquillo  mi ha permesso di viverla intensamente: ho pensato a Michela (il passaggio ad ogni km è stato scandito da un bacio verso il cielo)  mi sono guardato intorno, ho salutato la gente che applaudiva, ho dato il cinque a qualche bambino che incitava noi corridori

Ho continuato a ritmo regolare, volevo godermi la gara e ho  resistito  alla tentazione di incrementare il ritmo. Ho corso per lunghi tratti con le lacrime agli occhi e con gli occhi verso il cielo.

Verso il 17esimo si sono fatti sentire gli acciacchi: prima un dolore alla schiena, poi un fastidio all’inguine e poi dolori alla pancia , ho rallentato un po’ per non rischiare ed ho chiuso tranquillo ancora abbastanza "fresco" .. a parte i dolori !!

Ho passato la linea finale di spalle in modo che fosse Michela, raffigurata nella maglietta, ed il suo 1606 a tagliare il traguardo !!

L’emozione che mi ha portato fino al traguardo si è sciolta in un pianto… c’è l’ho fatta, ho corso per Michela  e Michela ha corso con me!!

Pierpaolo Rossi

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: