21 febbraio 2010 VITTUONE – MEZZA MARATONA DEL CASTELLO e….

21K… come una banconota da 50 euro!
Quando venerdì ho annunciato che domenica avremmo corso col sole ho trovato più di uno scettico sulla mia strada. Il mio non era nè un calcolo statistico (prima o poi farà bello …) e neppure un finto ottimismo di facciata, la mia sicurezza arrivava dalla consultazione di siti meteo attendibili perché creati e aggiornati da persone che lo fanno con la stessa passione che noi mettiamo nella corsa. Il sole c’è stato, non avevo dubbi, così come ormai non avevo dubbi sulla riuscita e la buona organizzazione di questa gara a cura di Atletica ’99 di Vittuone. Un bravo a Rocco Buscaino, a Walter Lovatti e a tutto lo staff. C’è una gran richiesta di mezza maratona…>>> Michele Romanini
 

Anche l’amico LUCKY era a Vittuone >>>


Mezza Maratona + 610m…
Seicento-dieci-metri sono quelli fatti in più (insieme ad un decina di compagni di strada) imboccando, all’altezza della piazza del Castello di Cusago, una strada sbagliata; Ritornando indietro ci siamo accorti che un’indicazione “piccola” sul muro c’era ma probabilmente eravamo tutti abbastanza cotti per vederla. Nella sostanza poco cambia, se le gambe avessero girato si potevano anche recuperare ma per me era una giornata no, tant’è che verso il 15° km mi sono staccato il pettorale deciso a saltare sulla “scopa” e, in attesa che passasse, sono andato faticosamente avanti un po’ corricchiando un po’ camminando. Ma c’era anche chi stava peggio di me – mal comune mezzo gaudio-, per qualche km ho fatto la strada insieme al socio Caregaro anche lui in panne; Al 18° km faceva bella mostra di se un’ambulanza, un attimo di riflessione e poi: in ambulanza? no… mi sembra troppo!
Ormai ogni km era lungo 7/8 minuti ma il traguardo era vicino e il pettorale sempre staccato. All’altezza della nuova passerella, che attraversa la statale e porta all’arrivo, stavo deviando per non passare sotto il gonfiabile del traguardo (intanto Ivano immortalava metro per metro il mio “calvario”) ma un addetto al servizio, che mi conosceva, con tono severo mi ha redarguito: Antonio, ma cosa fai? ormai sei arrivato! Allora ho imboccato la passerella in solitaria ed incitato da tutti i presenti, fotografi compresi, ho tagliato il traguardo. Non sono mai stato fotografato tanto! 2 ore e 25 minuti tondi tondi!!… A me la presidenza della San Marco please!! (scherzo nè!).
A parte la mia prestazione, la Mezza Maratona del Castello resta sempre una bella gara sia come percorso che organizzazione e lo spostamento dell’arrivo, rispetto alle edizioni precedenti, anche se un po’ più faticoso lo trovo sicuramente più valido e scenografico. Speriamo che il prossimo anno gli amici dell’atletica 99 Vittuone riescano a trovare una soluzione valida anche per la zona ritrovo, premiazioni, ristoro, ecc.
 
Come atletica San Marco anche quest’anno eravamo in tanti sia nelle gare accessorie, non competitive, sia per la mezza competitiva dove siamo riusciti a piazzare ben tre dei nostri tra i primi 10 arrivati (Gornati, Frontini e Fonnesu) … Così pure tra gli ultimi 5 arrivati (Capasso, Caregaro, Vanetti, Boeri) !
Antonio Capasso


Parlando della San Marco, il nostro vicepresidente (nonché nonno volante) Silverio reduce da un grande successo (medaglia d’argento nei 3000m) ai Campionati Italiani Indoor ad Ancona manda un messaggio e lancia un invito ai soci in particolare e ai podisti tutti.. Complimenti Silverio! – LE CLASSIFICHE
 
22/02/2010 – IL RUMORE DELL’ATLETICA
Oggi sono ritornato sulla terra dopo aver vissuto tre giorni all’interno dell’astronave del Palaindoor di Ancona. E’ stata una bellissima esperienza partecipare a questi Campionati Italiani Indoor in un ambiente, dove si respirava una gran allegria di voglia di fare sport a partire dai giovani trentacinquenni sino ai maturi novantenni ed oltre, avvolti dal rumore battente delle scarpette chiodate sulla bellissima pista dalle curve paraboliche tutti lanciati verso la propria meta. E’ un esperienza che almeno una volta consiglio a tutti, provateci e vedrete, e tanto per iniziare cominciate a fare qualche uscita sulle piste all’aperto, vista che tra l’altro ne abbiamo a disposizione una di alto livello a Busto Arsizio. Anche se siamo tutti “ragazzi” di strada la Pista rimane comunque il Tempio dell’atletica.
Ringrazio tutti i soci che mi hanno sostenuto ed i compagni di viaggio dei Maratoneti Cassano che mi hanno dato lo spunto per questa avventura.
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: