STORIE di CORSE – X.RUN

 
 X.RUNSTORIE DI CORSA
 
Franz Rossi Se c’è una cosa che non finisce mai di stupirmi è il feeling particolare che si crea tra la gente che corre.
Sei lì, infilato in un happy hours dove sei capitato trascinato da un collega e non sai se sia meglio mangiare l’ennesimo gambo di sedano o bere un’altra birra, quando noti l’orologio di uno che sta aspettando il suo turno in fila per le pizzette. E’ l’ultimo modello della Sunto (o Garmin o Polar…). Allora guardi un po’ meglio e noti che le scarpe che indossa sono delle vecchie Salomon… da lì ad avvicinarti con una scusa e finire a parlare di corsa ci vuole meno di un paio di minuti.
Siamo fatti così. Ci riconosciamo a naso. E parliamo con un codice tutto nostro: ripetute, minuti al chilometro, real time, tapasciate… ma oltre a condividere un gergo (che ci trasforma un po’ in un club esclusivo), il feeling è più profondo: ci capiamo al volo quando raccontiamo certe storie. Tutti sappiamo cosa vuol dire dover rinunciare ad una gara che si è preparata, tutti conosciamo la sofferenza del non poter correre per…>>>Franz Rossi
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: