31 dic 2009 / 1 gen 2010 – Dal 1° Ticino Trail al 1° KilometrObliquo

KilometrObliquo
1° TICINO TRAIL – 31 DICEMBRE 2009
Giovedì 31 dicembre ho partecipato alla prima edizione della Ticino Trail di 18 chilometri. Affascinante il percorso, misto di asfalto e bosco, transennato a destra per lunghi tratti dal fiume Ticino. Sarà stato per il maltempo, per la giornata particolare o per la scarsa pubblicità, i partecipanti sono stati solo due. E a dirla tutta, nemmeno quei due erano consapevoli di essersi iscritti. Adesso racconto. 
 
Ormai perso nei meandri di un abbandono sportivo e appesantito da crescenti cumuli di grasso, giovedì 31 dicembre ho avuto la bella pensata di concedermi una corsetta. Come ai vecchi tempi. Complice, Matteo Olgiati.
Ritrovo: Lonate Pozzolo. Partenza, 10.30 di mattina. In macchina fino alla ridente frazione di Tornavento, il riscaldamento, la partenza. «Matteo, al mio ritmo, mi raccomando!». «Non c’è problema, sono fermo anche io da due settimane». Lungo il canale industriale, siamo arrivati fino ai piedi della salita che porta a Vizzola Ticino. Ci siamo arrampicati su per le rampe, fino ad arrivare al Municipio di piazza Marconi e poi abbiamo proseguito fino alla frazione di Castelnovate. Lì, un bivio. Una discesa e un minaccioso cartello di strada senza uscita. Imperterriti, dietro mio invito, proseguiamo ugualmente. La strada puntualmente finisce e inizia il bosco. Credendo di essere chissà dove, ci siamo infilati in un sentiero in mezzo agli alberi. Lì abbiamo iniziato a correre, fiduciosi che prima o poi saremmo sbucati da qualche parte. Quella "qualche parte" non arrivava mai. Nel frattempo correvamo lungo un percorso stretto, ma segnato. Lunghi chilometri, cercando qualche riferimento. «Roberto, guarda là: c’è un ponte», «Matteo, sarà un miraggio». Era un miraggio.
Una pioggerellina persistente fungeva da spugnaggio ininterrotto. Le nostre perplessità intanto crescevano. Il timore di incontrare prima o poi un cartello del tipo BENVENUTI A PAVIA crescevano di passo in passo. A volte il sentiero si allontanava dal fiume e la vegetazione si infittiva. Salitelle, ripide discese, mini-dirupi, tronchi di traverso: non ci siamo fatti mancare niente.
Quando eravamo oramai sicuri di passare il veglione di Capodanno sulle rive del Ticino, ecco che come d’incanto si è manifestato a noi un ponte, poi un altro ancora e poi la retta via.
Gli ultimi tre chilometri della Ticino Trail si sono corsi sullo stesso canale della partenza. Ho infagottato il mio lardo, ho alzato il ritmo e mi sono lanciato nella volata finale. Ho invitato Matteo a superarmi e, lui che può farlo anche su una gamba sola, battermi. Non l’ha fatto. Ho vinto io. Lui dice che ha avuto un calo nel finale, io sospetto che mi abbia fatto vincere per sollevarmi il morale.
Primo premio: un Tronky. Secondo: un Kinder-barretta. Il tutto, gentilmente offerto dallo sponsor: OneMarathonForCapasso.
1° Gennaio 2010: altra corsa, che però meriterà un commento a parte.
Qui, il resoconto del nostro Ticino Trail
CIAO!
Rob Vielmi

1° KilometrObliquo1 gennaio 2010
Mentre Roberto, nel segno di una auspicabile rinascita podistica, terminava Il 2009 correndo un “trail” sulle rive del Ticino io ho iniziato il 2010  correndo il “1° KilometrObliquo” sul Monte Stella  insieme all’elite, ed ospiti, dei Road Runners Milano promotori di questa “non gara” a cronometro.
Correre in compagnia di amici è stato un modo simpatico di scambiarsi gli auguri di buon anno e, considerando i bagordi di qualche ora prima, anche il più salutare, anche se molti noi avrebbero, forse, preferito dormire qualche ora in più.
Sono vissuto a Milano oltre 32 anni e sulla montagnetta di San Siro non c’ero mai stato salvo passarci di fianco con l’auto quando andavo o tornavo da lavoro, anche questo è stato un primato d’inizio anno!
Perché “KilometrObliquo”? Probabilmente per la serie di tornanti che bisognava “scalare” per giungere in vetta al Monte Stella a meno ché il buon Ghidotti (Patron e ideatore di questa cronometro ove ognuno, in tutta onestà, si rilevava il proprio tempo) non pensasse alla particolare condizione di stabilità fisica nella giornata post-bagordi successiva ai festeggiamenti notturni!
Ristoro finale a base di spumanti e “affini”, panettoni e dolcini tipici siciliani di pasta di mandorla hanno riscaldato ed illuminato il grigio e piovigginoso Capodanno e… ha mandato a carte quarantotto la salutare e piacevole sfacchinata compensando generosamente le calorie spese!
Buon Anno,

La prima volta…
Il KilometrObliquo è il titolo della corsa di oggi ma ha due significati: non si sale in verticale ne in orizzontale ma obliquamente e tortuosamente. Ma il significato più vero è che dopo le bevute della notte del capodanno si era un po’ storti pertanto si deduce che chi è arrivato tra i primi ha passato la notte da sfigati, chi come me arrivato per ultimo ha passato una grande nottata :)).
Prima volta che corro alla montagnetta di San Siro, per il parcheggio nessun problema in fondo alla via Cimabue c’e’ posto. Il bello è che a due passi c’e’ la fermata QT8.
Parto con il riscaldamento, una leggera pioggia con nebbia mi da una bella sensazione, freddo accidenti, ho dimenticato i guanti comunque mi copro con le maniche della maglietta e incomincio a girare intorno alla montagnetta il sentiero è leggermente infangato, incomincio a salire correndo arrivo allo spiazzo dell’arrivo trovo gente che con il panettone e spumante stanno festeggiando l’anno nuovo.
Mi allontano per evitare tentazioni a cui non so assolutamente resistere meno male che non e’ ancora arrivato il Compa.
Ritorno al parcheggio e sento la voce del nostro prode Ettore con Antonio, ci prepariamo riscaldandoci girando integralmente intorno alla montagnetta.
L’ordine della partenza viene decisa in maniera democratica i più lenti davanti il resto a seguire e circa ogni 15 secondi si parte.
Il Compa parte come un dannato io ad inseguirlo … lui farà 7,33 ed io 8,10.
Bella corsa ma il prossimo anno cerco di partire più lento ed aumentare dopo; ma il mio obbiettivo è battere il Compa.
Il vostro in forma come il grana,
Gianni Visigalli
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: