29 Novembre 2009 Firenze Marathon

oliver Maratona di Firenze, che corsa ragazzi…
Alle 6,30 la sala colazioni dell’hotel è un formicaio, piena di gente non molto chiacchierona. Io sono appena nervoso ma molto più tranquillo e sereno di ieri, non me l’aspettavo. Riesco perfino a scherzare… Si arriva alla partenza, il tempo è ottimo, sole e fresco. Riscaldamento, 20 minuti prima in gabbia, sono concentrato ma non agitato.
Lo sparo, nonostante sia abbastanza davanti mi ritrovo in mezzo alla solita fiumana di gente che corre pianissimo, come si siano imbucati non si sa, nella discesa riesco a rilassarmi e i primi passaggi sono giusti. Le sensazioni non sono ottime, non sto girando "giusto", sono un po’ macchinoso, le gambe sembrano un po’ vuote e la cosa non mi dà molta fiducia. Si prosegue, a Palazzo Pitti supero Stefano partito forte come sempre, da lì a Ponte Vecchio la gente sul percorso è da pelle d’oca come l’ambientazione, tifo, urla, una vera sorpresa, passiamo davanti all’hotel dove c’è ancora molta gente e dove i "miei" tifosi fanno un gran baccano…. >>>Oliviero Giberti


"Alla fine … ce la siamo tenuta" !!!
Io non so chi di voi ricorda Paola Cortellesi in una esilarante imitazione di una nobildonna toscana moglie di un famoso politico, la quale si vantava di cotanto cuore generoso e cotanta beneficenza per poi alla fine terminare il discorso dicendo proprio che alla fine "ce la siamo tenuta" … un arrafa arraffa poco nobile e poco donna, ma senza dubbio molto ironico!
Beh ! Vorrei proprio partire da questa battuta in toscano, perché lì in quella terra eravamo tutti :giusto un giorno fa
Si ragazzi,  alla fine "ce la siamo tenuta"!  La medaglia intendo. L’abbiamo tenuta stretta, chi al collo, chi in borsa, chi nascosta tra calzini usati in valigia… ma la medaglia ci spettava, guadagnata, sudata, voluta, accettata e ce la siamo tenuta così stretta come fosse un oro olimpico.
Io l’ho vista, e l’ho toccata: non so se comprendo a pieno il suo peso, io non faccio parte del "mondo dei tanti  passi".  E ieri mi è venuta una sorta di invidia nei confronti di chi invece ci stava dentro con l’unico scopo di arrivare sotto l’arco di gomma e dire "è finita e io ci sono".
L’ho anche gridato ad alcuni atleti che felici mi hanno ringraziato. Si, sarò onesta fino in fondo. Vi invidio. Tutti : per come siete e per i vostri tanti passi.
Ho osservato i vostri  volti  e le vostre gambe ed i vostri piedi dal ciglio della strada…. >>>Adele Trezzi (con Stefano e Lulu)

gruppo mattina 003 "Se ti allenassi di più …."
Quando si torna a casa dopo un viaggio la mente è come You Tube, affollata da tanti pensieri simili a tanti piccoli filmati che si susseguono e che si vorrebbero condividere con le persone care o con quelle interessate alla materia.
Cliccando su Firenze Marathon nella mia testa si aprono tantissimi filmati, tutti belli, tutti da rivedere più volte.
Che bella la Firenze Marathon, organizzata bene persino nel meteo (come siamo stati fortunati quest’anno…), un percorso stupendo con tanta partecipazione di pubblico, un arrivo da groppo alla gola con tanto di tribuna da cui pioveva un tifo indiavolato.
Cosa ci siamo persi noi ossonesi, impigriti ogni anno sulla "nostra" ingrata Milano Marathon.
Anche a Firenze è una City Marathon, anche se non lo scrivono, ma sarebbe meglio definirla Civic Marathon per sottolineare la compostezza e la tolleranza che ho riscontrato ieri….
>>>Michele Romanini
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: