….storie comuni di comuni podisti

 clip_image002
 
clip_image004Dal Parchetto alla Maratona ed oltre…
Molti amici podisti hanno cominciato proprio da lì a muovere i “primi passi”, si dal parchetto tanti anni prima di me; Quando incominciai a frequentarlo era solo un fazzoletto di terra abbandonato, dove sparuti podisti giravano su un percorso di alcune centinaia di metri, tracciato nel tempo dai passi  di chi lo percorreva, polveroso e insidioso per la presenza di radici e sassi, sempre aperto e senza alcun controllo, bivacco di sbandati la notte e luogo di giorno per portare a correre i cani e farli “scagazzare” liberamente e libero accesso a motorini e bici. Eppure in questo luogo molti podisti, oggi di buon livello, hanno cominciato a muovere i primi passi percorrendo nel tempo migliaia e migliaia di chilometri, correndo un po’ ovunque per allenamento o gare.
clip_image008Oggi questo fazzoletto di terra (dopo insistenti petizioni al Comune da parte di quei pochi ma assidui frequentatori)  ha assunto il pomposo titolo di Parco Sempione ed è ben frequentato, curato, controllato e ai giovani podisti di un tempo che per affezione ancora lo frequentano si sono uniti  centinaia di nuovi che si alternano in tutto l’arco della giornata per correre o solo camminare. Si corre, ci si ritrova, si clip_image006chiacchiera, si festeggia e tutti o quasi si conoscono;  E’ diventato il fiore all’occhiello del Comune di Busto Arsizio anche se dopo alcuni anni dal felice recupero mancano da terminare alcuni lavori come i servizi igienici e parte della recinzione esterna (è ancora in essere quella da cantiere).
Le promesse di completamento dell’opera da parte degli organi competenti non sono mai mancate ma come ben sappiamo i politici a promettere sono degli specialisti a realizzare un po’ meno. Anche quest’anno in occasione delle festività natalizie, come consuetudine da alcuni anni, gli amici del parchetto ed i loro familiari s’incontreranno numerosi il 19 dicembre per la “Festa degli Auguri”.
Come al solito siete tutti invitati.
Antonio Capasso
Ps. il collage di magliette in alto sono una parte dei “trofei” di Sergio Gallazzi che cominciando a muovere i “primi passi” nel parchetto oggi ha oltre 50 maratone nel “carniere” corse in tutto il mondo… e per non dir delle maratonine.
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: