Dov’è finito Lhoussain Oukhrid?‏

stefanoMercoledì in una piovosa giornata, ma di pausa lavorativa per me, sono andato a fare il giro del lago di Varese per fare un bel lungo in preparazione della maratona… E chi ho incrociato? Il fortissimo Lhoussain Oukhrid, dominatore per anni di cross, piede d’oro, serali, insomma di ogni tipo di corsa del varesotto a cui prendeva parte. Uno che teneva testa a (e magari anche batteva) campioni di livello nazionale come Mascheroni, e tutto questo gareggiando ogni domenica senza (presumo) preparazioni specifiche oculate e senza sfruttare tutto il suo talento. Poi "l’obbligo" di tesserarsi per la FIDAL lo ha fatto scomparire quest’anno dalle classifiche di corse che ha sempre dominato, e spesso mi sono chiesto che fine avesse fatto non avendo più letto il suo nome nelle classifiche…
Bè, a volte sembrava quasi di troppo nel gruppo di amatori più o meno veloci che si cimentano ogni domenica, e ci si chiedeva perchè non si regolarizzasse con la tesserazione per partecipare a competizioni con agonisti di suo pari livello, ma tutto questo non ha attuenato il dispiacere di non avere più sue notizie, nemmeno in gare di interesse nazionale.
Mi chiedevo: corre ancora? sarà tesserato e non leggo più i suoi risultati perchè sceglie poche e oculate gare essendo ora un agonista? Boh. Fatto sta che di sicuro corre ancora col suo passo lungo e leggero avendolo visto in una giornata piovosa… E poi, comunque sia, il suo talento non è stato "sfruttato" in pieno. E questo "spreco" si ricollega ad un pensiero che da tempo mi riempie di idee per piccoli racconti che sto scrivendo: per ogni unica storia di ogni persona, ci sono infinite storie che non accadono. Ad esempio ci sarà una storia impossibile in cui io sin da piccolo ho amato la corsa e la montagna, macinando chilometri su e giù, facendo un’adolescenza ed una vita sempre sana ed equilibrata portandomi a gareggiare a discreti livelli nelle corse in natura. E ci sarà una storia impossibile in cui Lhoussain è un agonista che fa della corsa il proprio lavoro battendosi coi più forti atleti nazionali e internazionali… L’importante è che, aldilà di ogni supposizione, di ogni fantasia e di ogni pensiero su tutto ciò che non è stato, nella realtà in cui viviamo Lhoussain stia ancora correndo.
Stefano Ruzza
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: