Una domenica in montagna

DSC_0592 …cosi impari!
Sono in mutande dopo una meravigliosa doccia fredda a 1000m che ripaga delle fatiche, ed ecco che sbuca Antonio "zappadu" Capasso con la sua videocamera, è arrivato finanche oltre i 1000m, come noi tutti che abbiamo sperimentato quanto la pianura sia poco allenante per queste gare di quasi sola salita. Avevo giurato che non avrei camminato, ma l’ho fatto e mi è piaciuto, per dare un po’ di riposo alle gambe nei tratti più duri e godermi il nitido panorama; poi fortunatamente un po’ di terreno su cui divertirmi: il km di discesa nel bosco, a rotta di collo, e il favoloso pascolo verde che ci ha accolti prima dei 6 tornanti finali, degni del Giro d’Italia (ammiraglie incluse).
Vivissimi complimenti ai tracciatori del percorso, diabolico ma molto vario; qualche consiglio a chi ha allestito il pranzo nella palestra: la pasta fredda si fa con i pomodori crudi a pezzi (e con altro che la fantasia possa dettare, e si fa abbondante dopo 10k di salita); quella fatta con la salsa e lasciata raggelare si chiama ah-anche-stasera-torni-a-casa-tardi-allora-brutto-cornuto-ti mangi-la-pasta-fredda-così-impari.
Nicola Pellizzari
 

Milesi La Corsa in Montagna, poco se ne parla

Una magnifica giornata ha fatto da cornice al 17° Memorial Pierluigi Plebani gara nazionale di corsa in montagna, quest’ anno valida come prova unica di Campionato Italiano individuale e di società Master maschile e femminile.
Gara ottimamente organizzata dagli amici dell’ atletica Paratico su di un percorso, ormai collaudato
che dalla piazza di Adrara S.Martino o da Adrara S.Rocco a secondo della categoria sale sino ai Colli di S.Fermo, dove è stato posto l’ arrivo.
Una giornata limpida e soleggiata che ha reso ancor più duro l’ impegnativo tracciato quasi a voler sottolineare la severità di questa bellissima disciplina dell’atletica, la Corsa in Montagna di cui poco si parla ma che è molto apprezzata (i numeri di chi la pratica ne sono la conferma) da chi ama correre all’aria aperta e non ha paura della fatica.
Quasi 700 tra uomini e donne eravamo al via questa mattina, ognuno di noi ha dato il massimo chi per aggiudicarsi la maglia tricolore di Campione Italiano della propria categoria e chi semplicemente per raggiungere l’ambito traguardo nel più breve tempo possibile.
Poi ognuno a raccontare le proprie sensazioni, emozioni, sfide  e chi più soddisfatto e chi meno, ma per tutti alla fine è una grande festa a conclusione di una stupenda giornata di sport.
Ciao
Davide Milesi (medaglia d’oro di categoria e 2° assoluto sul percorso lungo N.d.R.)
 
anto Ancora una volta ad Adrara San Martino.
Adrara San Martino – Valico Colli di San Fermo, una corsa in montagna per i tanti partecipanti, poco più di una camminata a passo svelto per me.
Il percorso è bello almeno al pari della sua durezza. Nel 2007 avevo già fatto questa gara, sempre e solo per curiosità, poi chissà perché più è dura la gara più facilmente dimentico le difficoltà riscontrate così, prima o poi, ci ricado ed infatti anche stavolta eccomi qua a raccontarvi le tribolazioni per arrivare in cima al percorso. Ma se è stata dura per me non vuol dire che lo sia stata per tutti ed infatti insieme a me tanti e più anziani con disinvoltura hanno corso questi 6km con un dislivello di oltre 600m (dai 426 di Adrara San Rocco ai 1065 di San Fermo) dove era posto il traguardo per tutte le categorie percorrendo qualche piccolo tratto asfaltato poi tutte mulattiere.  Della mia batteria che andava  dagli over 65 in poi facevano parte nomi di tutto rilievo tra cui alcuni grandi vecchi come Rino Lavelli (1928), Vittorio Bertoldi (1915!!!), Angelo Cerello (1934) che son partiti in tromba e solo all’arrivo li ho rivisti salvo Bertoldi che era atteso da tutti con trepidazione e al suo arrivo ampiamente festeggiato. Io sono arrivato in cima in tempo per veder giungere le prime donne partite 30 minuti dopo (in questa occasione non sono partite insieme agli over 65 come di consuetudine) di noi ma dalla stessa località e infine gli under 65 che avevano il percorso più lungo partendo da Adrara. Rileggendo il commento che avevo fatto nel 2007 ho scoperto che  il Grande Vecchio Rino Lavelli mi aveva preceduto all’arrivo di ben 13’, questa volta “solo” di 5’, è vero che il divario di età è notevole ma è  pur sempre una soddisfazione! L’anno prossimo ci riproverò e chissà che non riesca a arrivare al traguardo insieme a lui.
Nonostante il grande numero di partecipanti (oltre 700) l’organizzazione è risultata perfetta ed anche il Patron della gara Ezio Tengattini e tutti quelli dell’Atletica Paratico non nascondevano la propria soddisfazione per il buon esito della manifestazione. La bellissima giornata di sole ha premiato tutti, vincitori e non ed io ho avuto anche il piacere di essere il primo assoluto della mia società, c’ero solo io!
Ci vediamo  l’anno prossimo e  il mio obbiettivo sarà, un anno in più e 4’ in meno.
Antonio Capasso


Bettelmatt Sky Race e… le tre “S”

La storia è un po’ lunga, ma con un gruppo di amici podisti per diletto è nato il gruppo delle tre S, Sudore, Salamella, ecc. “Simpatia, Sorriso, Serale, S…, S…, oggi "Sky-race” ed è una nuova avventura. Il tutto parte da una proposta di quel matto di Max che ci propone di partecipare alla “Bettelmatt Sky Race” corsa in montagna in alta Val Formazza. Dopo varie titubanze iniziali mi convincono a partecipare, visto che avremmo corso in una decina di amici, le previsioni del tempo promettevano bene, l’ambiente è maestoso (che già conoscevo) ed il percorso che avremmo seguito era quello “corto”, che alla fine si è rilevato di 19,9 km e 1.200 metri di dislivello in salita, ben più dura di quanto prevista a causa delle variazioni di percorso dell’ultimo giorno dovute al maltempo di venerdì e sabato. Ed eccoci alla partenza da Legnano alle 5.30 in direzione Riale dove ci aspetta Marinella che si è preoccupata delle iscrizioni e… >>> Lamberto Guzzetti
Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: