Magnago (MI) venerdi 10 luglio 2009

 2° Jackpot Run: ma pàrla cùme te mangèt!!!
Cari amici,
confesso che ieri sera sono andato a correre a Magnago solo perché faceva parte del circuito FIDAC, infatti la gara si presentava come fortemente agonistica ed in questo tipo di manifestazioni di solito i tapascioni come me sono a malapena “sopportati” e generalmente tratà a pès in fàcia.
Devo perciò fare i complimenti agli organizzatori perché hanno trattato bene tutti, dal primo all’ultimo, compresi noi bisonti delle retrovie; ho trovato infatti una gara ben organizzata su un circuito molto veloce con ben tre passaggi in pista, ottimi servizi (spogliatoi, docce, ecc.), un bravo speaker ed un ristoro finale (bagai, lo sapete che questo “aspetto” mi sta molto a cuore!) davvero EC-CE-ZIO-NA-LE!!! Da 10 e lode! Ogni tipo di bevande, acqua e menta, thè, succhi di frutta tutti freschissimi, focacce, pizze, crostatine, caramelle e, dulcis in fundo, la geniale trovata del … GELATO!!! Uè, andava giò ca l’era un piasè, bel frèsch e morbid. Al mio arrivo al traguardo il “banchetto” era ancora completamente “imbandito” e mi sono sbafato uno dopo l’altro un gelato col biscotto ed un cornetto; squisiti!
Certo che devo essere sincero e tiri fòera quel che ma stà in sùl gòss: mì sùn un crapùn un po’ a l’antica e tùta cala gènt lì ca fà ‘l fighèta a parlà mès inglès la mè stà un po’ sui bàl.Hi! Hector now sto andando in un meeting e devo take il brief, e after devo scrivere il report e finally sarò free per andare al wine-bar per il meritato happy hour!” Ma và a dà via i ciàpp e pàrla cume te mangèt …
Per cui sinceramente queste gare serali “paesane” mi sembra più naturale che si chiamino “S.Martìn in mès i cùrt” o “Ciàr o scùr a Ossona se cùrpiutòst cheGecpòt ran” …
Per quei gnurànt me mì a vùrevi precisà che i “wine-bar” una volta se ciamavèn “usterie” indùe ai tèmp de la lira un calisìn de frizàntìn tàl pagavèt cùnt n‘quai munedìna; incoè ai tèmp da l’euro al “wine-bar” al vìn t’al vèrsen  dènt in  un “tumbler” e per pagàl ta ghè de tirà fòera … banconote di carta!
Dopo questa digressione un po’ fuori tema, ancora complimenti ai Magnaghesi (se vèd che a preparà de magnà in fòrt neh!) che hanno visto al via un buon numero di atleti, mi sembra di avere capito oltre 400, con una folta rappresentanza de quei cui bàll, gente davvero tosta, attirata dalla possibilità di incassare i forti premi in danaro in palio.
Certo il tipo di percorso, un circuito di periferia da ripetere due volte, non ha attirato invece le famiglie di tapascioni che avevano affollato le strade di Bareggio e Ossona.
Vorrei spendere due parole per dare qualche “consiglio per gli acquisti” agli organizzatori: qualche freccia all’ingresso del paese per indicare il ritrovo sarebbe stata più che gradita; e poi chiudere il percorso e relativi parcheggi vicini al ritrovo alle 19.00 (mì a sèri ancamò in sùl trèno!) ha costretto molti a parcheggiare a càdediù …
Il mio pettorale da non competitivo costava 3 euro come a Bareggio ma non era previsto pacco gara. La serata era davvero stupenda dal punto di vista del clima; niente caldo né umidità, con una arietta frizzante e piacevole che non ci ha fatto sudare troppo.
Sono arrivato alla partenza dopo una settimana molto dura sul lavoro, per cui mi sentivo piuttosto stanco; sono partito un po’ “in difesa” e, per tutta la gara, ho avuto sensazioni abbastanza negative; ho chiuso convintissimo di avere fatto una pessima prestazione. Uè! Le mie prestazioni sono sempre pessime ma n‘quai vòlta a vò meno pègg dal sòlit!
In realtà, guardando alla fine il cronometro mi sono reso conto di essere andato come mercoledì a Bareggio! E alùra? A l’è propi vèra che è tutto relativo. Mercoledì ero circondato da tapascioni lenti come me e mi sembrava di volare ed ho chiuso in recupero superando decine di persone. A Magnago erano tutti veloci e dopo il primo km eravamo già tutti staccati e distanziati e mi sembrava di andare al rallentatore; le uniche persone che vedevo nel mirino erano due “succulente” spùsòte che alla seconda uscita dallo stadio mi precedevano di 50m e mi sono detto: “Compa, fòrsa ca vèm a ciapài” Ed invece all’arrivo … erano ancora 50m davanti a me!
Insomma, Einstein al gavèva propi rasùn: nella vita tutto è relativo!
Alla prossima (quando?)
Ettore “doyouspeakmilanès?” Compa


"Mi sono divertito e il prossimo anno tornerò:

ho il mio jackpot personale da vincere a meno di 22’28".
Così avevo chiuso il mio commento alla prima edizione della Jackpot Run e con piacere ho mantenuto la promessa tornando ieri sera a Magnago nonostante ieri pomeriggio fossi stato colto da una crisi di stanchezza fisica dovuta a mancanza di adeguato riposo notturno. E’ proprio ora di andare in ferie, anche con la testa.
Preparo la borsa con poca convinzione, so che al momento opportuno tirerò fuori energie inaspettate, ma al momento sembra impossibile.
La prima scossa la ricevo dagli amici di Arluno che mi danno un passaggio, la loro contagiosa allegria mi toglie quella spossatezza che mi aveva avvolto per tutto il pomeriggio.  La seconda scossa arriva quando parcheggiamo molto lontano dal campo sportivo e manca solo mezz’ora alla partenza, la corsa dalla macchina al gazebo delle iscrizioni mi fa entrare nella giusta atmosfera. 
L’ultima scossa me la danno i saluti e le strette di mano dei tanti amici presenti intorno allo stadio.  Un anno fa al Varesotto mi sentivo perso tra tante facce sconosciute, oggi ogni gara è una festa. 
Presente la FIDAC con Antonio, Arturo e Roby in veste di cameraman e anche la FIDAL con lo stesso staff di giudici di gara presenti ad Ossona una settimana fa.  Anche lo speaker è lo stesso, peccato che l’impianto voce lo renda irriconoscibile.
E’ ora di partire, il serbatoio della mia energia è al massimo, miracolo della mente.
Quattrocento persone compresse in pochi metri quadri, davanti ho Arnaldo cui chiedo scherzosamente di farmi da apripista, io nelle partenze non sono un granché.  Dopo lo sparo e qualche spintone ricevuto e dato, riesco ad infilare il pertugio giusto per risalire. 
La corsa di mercoledì in mezzo ai cortili di Bareggio mi ha tonificato dopo 10 giorni di sosta, la gamba risponde bene, il fiato è al limite ma per il jackpot bisogna soffrire.  L’anno scorso l’ultimo ingresso sulla pista era stato un calvario, questa volta rimonto quelli davanti e mi miglioro di ben 32 secondi.  Sono molto soddisfatto, così mi autoconsegno un jackpot da 50 euro (in fondo valgo 10 volte meno di quelli bravi) e mentre torno a casa penso a come spenderlo. 
"Non c’è acqua calda, la caldaia è in blocco" mi avverte mia moglie appena entro.  E’ una doppia "doccia fredda", perché il mio premio se lo prenderà domani Stefano, il tecnico della caldaia.   Vabbè,  prenoto fin da ora la terza edizione, ma far meglio sarà molto difficile.
Buone vacanze a tutti!
Michele Romanini


PROMESSA MANTENUTA
L’avevo promesso che il ritorno alle corse brevi sarebbe stato col botto ma non pensavo che addirittura fossi compensato con un premio. Sì è vero il premio me l’hanno consegnato in quanto 100° classificato quindi una sorta di premio a cul…a sorteggio ma questo basta non farlo sapere a troppo gente. In effetti ieri sera a Magnano è andato veramente tutto bene, percorso veloce e con poche curve, solo l’uscita dalla pista costringeva ad un piccolo rallentamento, il tempo non troppo caldo e il minore stress fisico di dover dare il massimo ogni 2-3 giorni hanno favorito ottime prestazioni. Al via tantissimi piedi veloci che ci hanno trascinato in scia con dei ritmi alti anche per noi amatori. Al 2° chilometro ero sotto gli 8 minuti, al 3° 12.02 eppure tanti che sono al mio livello erano ancora davanti. Un fisiologico rallentamento nel secondo giro ma negli ultimi metri in pista ho tirato fuori quello che mi è rimasto per finire con una media di 4.03 al chilometro e con quel mitico 100° posto per il mio piccolo personale jackpot.
Mauro Bossi
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: