Dal Lago Maggiore a Ferrara

Beppe_Anto_Nico LMHM… e se avesse piovuto???
Ho avuto la fortuna di non partecipare alla 1° edizione della LMHM (è difficile che su una gara si dica “buona la prima!!!”) per cui quello che ho visto l’altro giorno mi è sembrato veramente ben organizzato. Certo che il fattore meteo ha giocato la sua parte ovviamente in positivo, ma devo dire di essermi proprio divertito.
E poi, mi sono trovato ancora una volta a correre senza l’assillo del tempo che trovo molto più divertente: è una tecnica da provare!!!  In allenamento ci metto scarso impegno, gli acciacchi (le mie ginocchia gridano vendetta ad ogni passo!) si fanno sentire, l’idea di fare 21 km “a manetta” non mi permette di guardare in giro, per cui via.. senza tempo.
Con me c’era Nicola,  un new entry delle corse su queste distanze, per cui ho optato per stare con lui. Il percorso è veramente bello anche se più impegnativo di quello che pensassi. Quei maledetti saliscendi che all’inizio non danno fastidio, ma alla fine fanno male, sfociano poi in piazza a Verbania veramente piena di gente. Sì è stato bello!!!
Le mie note:
– l’orario di partenza va bene/male: le 11:00 è un orario anomalo. La colazione è ormai più che digerita e quindi la “benzina” potrebbe mancare (verso il 15° km sentivo come il mare nel mio stomaco);
– il percorso è chiuso al traffico: proprio vero e molto bello. Nessuna auto se non quelle di servizio;
– i ristori: lasciavano un po’ a desiderare;
– l’arrivo: invitante ed imbottigliante;
– le docce: un po’ lontane (bisogna prendere la navetta), ma soprattutto gelate!!!;
– il pasta party: come dice Antonio è il pasta paghi;
– rientro con il traghetto: bello e rilassante.
E’ tutto.
Ma se avesse piovuto???
Beppe PEZ
PS: grazie al mitico Arturo ed a Lella per le foto. E’ bello il giorno dopo la gara cercarsi nelle centinaia di foto che vengono scattate e vedere che faccia si ha quando si corre!!!

LMHM e gli amici BLOGGER
Innanzitutto una giornata fantastica! Per gli amici trovati e conosciuti, per i blogger, per il tempo meteorologico, per le emozioni che le gare ti possono dare, per il mitico Antonio Capasso che come al solito girovagava a caccia di scoop e che scoop alla partenza!!
Prima della partenza invece rincorreva la grandissima Kalovics (prima assoluta in 1.15.20) e l’hai pure presa!! Nascondi doti da grandissimo velocista!
Per quanto riguarda la mia prestazione sono felicissimo del PB ottenuto nonostante un dolore al fegato (o intercostale) che mi ha accompagnato per quasi tutta la gara.
Per quanto riguarda invece l’organizzazione bisogna ammettere che i problemi occorsi la scorsa edizione sono stati brillantemente risolti, la Lago Maggiore Half Marathon diventa a tutti gli effetti una delle migliori mezze italiane e con presenza di top runners  di grandissimo blasone!
Grazie Antonio dello spazio e a ri-vederci al più presto!!
Luciano Alvazzi
http://luciorunfun.blogspot.com/



Ferrara Marathon: facciamo cifra tonda….
clip_image002…per arrivare a quota 20 maratone: non potevo celebrare questo traguardo in modo migliore!
Una città incantata, elegante e sobria, raffinatissima con il suo Castello Estense e le strade silenziose e poco trafficate. A Ferrara ci si sposta quasi solo in bicicletta, tanto che ti sembra di essere un po’ fuori dal mondo.
Impossibile non lasciarsi permeare da questa atmosfera di pace passeggiando il sabato sera per le vie del centro storico, gustando il primo vero week-end di primavera…
Ordinatissima la partenza, il deposito borse, i servizi del dopo gara: docce bollenti e asciugacapelli (incredibile!!!). A Ferrara, “noblesse oblige”…a parte una irrilevante caduta di stile che non prevedeva le docce separate per le signore, ma non stiamo a guardare tutto J
Gara parecchio dura, un vento assassino contrario per i primi 30km, tracciato ondulato con qualche salita più impegnativa ed un lunghissimo cavalcavia al 38°km su cui la mia proverbiale energia si è arenata senza speranza: con estrema disinvoltura mi sono messa a camminare canticchiando sulle note del mio i-pod….era solo l’ultimo allenamento prima della 100km, perché prendersela?
Nonostante la crisi, riesco a piazzarmi al sesto posto assoluto con 3.18, tempo dignitoso considerata la difficoltà del percorso ed il mio stato di affaticamento.
Non è sicuramente una maratona da personale, ma dovete assolutamente farla perché il paesaggio è spettacolare.. i primi 13 km all’interno della città, immobile nei secoli, e poi via verso la campagna…canali, prati verdi fino a perdita d’occhio. Un tratto di percorso lungo una bellissima ciclabile, molto rilassante; poi il passaggio a Vigarano, dove si trovava il traguardo dei 30km e l’atmosfera festosa degli atleti che avevano già finito la loro fatica , sostenendo al passaggio gli amici maratoneti….Solidarietà spiccia, ma un “cinque” con la mano dato al momento giusto ti fa volare (grazie Pierpaolo!)
Unica nota dolente, l’assoluta indifferenza dei passanti e della città. Nessun accenno al più timido sostegno… ahimè…
Grazie alla mia lepre, Fabio, che per 26 km ha cercato disperatamente di mettermi sottovento, tagliando l’aria per me…ma sono troppo indisciplinata! Così ho fatto il doppio della fatica. Tutta esperienza, comunque.
Grazie a Teresa ed alla sua meravigliosa famiglia bolognese per l’accoglienza ed il simpatico pranzo post-maratona: veri tortellini bolognesi, altro che pasta party…
Buona primavera a tutti…e arrivederci a Seregno!
Ilaria Fossati
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: