la LXXVII Cinque Mulini con Rino Lavelli

lavelli La stagione dei cross quest’anno  è caratterizzata dalla neve o dal ghiaccio e alla Cinque Mulini, a San Vittore Olona  anche se moderatamente, la neve si è vista ma non ha creato nessun problema contrariamente al “Campaccio” del  6 gennaio scorso.
Per i veri crossisti neve, fango, ghiaccio, freddo  fanno parte del gioco, ma per me che non sono amante dei cross pur partecipandovi qualche volta (con la speranza di farmelo piacere e i risultati finora non sono stati soddisfacenti) non vale la regola delle 3F (Freddo – Fango – Fatica) citata dalla giovane Federica nel commento sotto;  ciò nonostante, anche quest’anno, ho partecipato a questa gara così antica e affascinante anche perché sapevo che avrebbe partecipato  il Grande Vecchio Rino Lavelli, sempre in forma nonostante abbia compiuto gli ottanta a ottobre del 2008.  Dopo averlo atteso e salutato in sala stampa  ci siamo ritrovati sulla linea di partenza e lì abbiamo deciso di fare la strada insieme, al via è scappato via come un folletto ma, dopo un centinaio di metri ci siamo ritrovati insieme; qualche battuta e ho preso la testa e più volte lungo il percorso e dalle tribune siamo stati incitati dal pubblico presente. Ho avuto,  così, il piacere di tirarlo fino al traguardo… per una volta lepre di un campione!
Questa volta il cross mi è piaciuto. Non mi sono affaticato e ho  avuto il mio attimo di notorietà!
Bello è stato il percorso  leggermente cambiato rispetto a quello che ricordavo e bello è stato  anche assistere a tutte le batterie in programma. I vincitori delle varie categorie sono ormai noti a tutti anche per la presenza della televisione che come ad solito presenzia, esalta e mostra essenzialmente le gare d’elite. Per essere qualcuno nel podismo devi andare almeno  3 al 1000?

Antonio

…. l’onore di esser “lepre”.

Nevica la mattina del 1° febbraio 2009, i camini fumano e il freddo è pungente come spilli.
Atmosfera da grande festa al centro sportivo di via Roma, tanta gente, quattro-cinque generazioni mischiate in una giornata speciale.
Scorgo Antonio-Don Chisciotte e poco dopo il mitico Arturo-Sancho Panza. Anche loro affronteranno i Mulini, questa Cinquemulini e, non me ne voglia il grande Cervantes, ma anche qui si andrà incontro alle difficoltà della corsa, che alla fine, rispecchiano le difficoltà dello sportivo, il tentativo di superarsi, di arrivare alla fine, di sconfiggere la fatica, le avversità…..di vincere la VITA…..i mulini a vento.
Parafrasando questa cinquemulini, è la corsa del quotidiano di ognuno di noi, le difficoltà, i bastoni tra le ruote che qualcuno ci mette (i mulini).
Alla fine il grande Antonio-Don Chisciotte arriverà al traguardo portando per mano un mito di questa manifestazione: RINO LAVELLI e al suo fianco ci sarà Arturo-Sancho Panza ad immortalarlo in un’altra grande impresa. W LA VITA
Giuseppe Ciappina
I vincitori della 77^ edizione della CINQUE MULINI:
Cat. Amatori Master F/M – SILVIA MURGIA e MARCO BRAMBILLA – Cat. Senior F/M – KALOVICS ANIKO e SHAHEEN SAIF SAAEED
Cat. Junior F/M – AVERY KATHRYN e SPARKE RONALD – Cat. Allievi F/M – TITON LETIZIA e MOAMMEN AKBELACK
Tutti gli ordini d’arrivo in CLASSIFICHE GARE
Ciao Antonio
Scusa il disturbo, vorrei dire la mia sulla Cinque Mulini. Ho notato che tutti i riflettori sono stati per i big (vedi giornali di lunedì), per gli amatori che tirano la carretta e portano i soldi per pagare i big, neanche uno straccio di premio e nessuno li ca….
Peppino Pittalà
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: