32° GIRO DELLA VALLE OLONA

 
32° GIRO DELLA VALLE OLONA a Gorla Minore
Non si capisce il perché alcune domeniche è così difficile trovare in zona qualche garetta per andare a correre ed altre invece sono così ricche di competizioni che non si sa cosa scegliere e alla fine, non avendo il dono dell’ubiquità, si è costretti a rinunciare a qualcosa che avrebbe fatto più piacere. E’ il caso di questa domenica. Io, come molti amici runner, ho sfogliato i vari calendari gare della zona e più che tapasciate o qualche Cross  (più che altro il sabato) non c’era proprio niente. Quindi, un po’ sparpagliati, c’è chi si è buttato sui canali, chi nel parco del Ticino e chi come me ha optato per l’immancabile I.V.V. – che il caso ha voluto –  abbastanza vicino casa. Altra storia è, invece, domenica prossima che vede più o meno in zona, a Casalbeltrame (No), la prima maratonina dell’anno (la mezza maratona di San Gaudenzio) poi a Treviglio la III tappa del trofeo Monga, a Cittiglio neve e ghiaccio permettendo. – Il Cross del Vallone – ed ancora mezza maratona  ad Oggiono Brianza stavolta non competitiva e via così…. ovviamente non manca la solita “camminata” a passo libero della serie I.V.V. ad Olgiate Olona.
Così eccomi anche quest’anno per le ragioni sopra citate a Gorla Minore per il “32° GIRO DELLA VALLE OLONA”, questa volta con al polso il regalo della Befana: ebbene sì, nientemeno che il complicatissimo  ed inflazionato cronometro satellitare, che non mi servirà per andare più veloce, ma per esibirmi, in futuro, in dotte disquisizioni sui cento metri in più o in meno del percorso ufficiale! Tra i vari percorsi in programma la scelta è caduta sui 21km, ma al bivio per la deviazione, senza esitazione, ho ritenuto più prudente fare i 12km….. (satellitare docet:  scarsi 11km!!) Più che una tapasciata è stata una prova di equilibrismo estremo, i lunghi tratti nei boschi erano ancora coperti da una spessa coltre di neve gelata e ghiaccio, i brevi tratti sull’asfalto erano puliti. L’amico Arturo è stato più furbo: dopo essersi sfogato con la nuova macchina fotografica ha messo le scarpette e si è fatto due giri da 6km con scarsi problemi di percorribilità; Nonostante il percorso difficoltoso 500/600 “tapascioni” erano presenti all’appello tra questi gli amici di “Quelli Della Via Baracca” provenienti dalla “lontana” Ossona con in testa il nuovo presidente della società ancora ricoperto  “dalla pellicola protettiva e dai fiocchetti” come per un pacco regalo.  Un buon e ricco ristoro al caldo hanno concluso la camminata.  Domenica prossima, almeno per me,  niente Cross o camminate nella neve ma una più tranquilla corsa in strada su asfalto…. di buona qualità?
Antonio
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • Beppe  On 19 gennaio 2009 at 10:53

    Ebbene si, c\’ero anch\’io a "sciare" sul percorso del 32° giro della valle Olona!Io assieme a 2 amici abbiamo optato per i 21km (alla fine erano poco meno di 20). Personalmente penso che la neve e il ghiaccio presenti per la quasi totalità del percorso, oltre ad aver creato qualche difficoltà in più, abbiano donato un fascino tutto particolare al paesaggio e alla camminata stessa.Mi spiace solo che quando sono arrivato al ristoro finale non c\’era + vin brulè… spero di rifarmi settimana prossima al Vallone!!Adesso vado a guardarmi le foto che il grande Arturo ha scattato con il suo nuovo gioiellino!Grazie, ciao alla prossima!Beppe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: