La Maratona di Reggio Emilia e le sfide vinte…

 
SDC10151 REGGIO EMILIA FA QUEL CHE PROMETTE
Il senso del tutto è la fine, così nella vita come nella maratona. La maratona, del resto, che cos’è mai, se non una rappresentazione in breve dell’esistenza? La fine della Maratona di Reggio Emilia è una roulotte. Una roulotte intrappolata nel suo parcheggio regolare e il suo proprietario che… «È da mezz’ora che sto cercando di uscire». A bloccare il passaggio, la mia macchina. Altrove probabilmente si sarebbe venuti alla mani per molto meno, a Reggio Emilia si ascolta una frase più rassegnata che scocciata del proprietario del mezzo. Reggio Emilia è questa, Reggio Emilia sono le macchine disciplinatamente ferme in coda ai blocchi stradali, Reggio Emilia sono gli incoraggiamenti prolungati della gente che incroci. Nessuna crisi isterica, nessun clacson, nessun insulto, qui pare tali pratiche non siano in uso. La barbarie può attendere.
Reggio Emilia è un grandissimo centro sportivo che fa da bagni e spogliatoi, ma anche da segreteria, distribuzione magliette e pacchi gara, marathon village. La partenza e l’arrivo, là poco lontani.
Reggio Emilia è un percorso ondulato, molto più di quanto l’altimetria del sito lasci a intendere. Strappi e pendenze non lasciano il tempo per annoiarsi…. >>> Roberto Vielmi >>>

Reggio_Emilia_072 Reggio Emilia Marathon… a misura d’uomo!!!
Dopo una notte in bianco (in realtà la terza!) data dalla lunga attesa ed adrenalina accumulata in questo week end, eccomi a scaricarne un po’ anche a voi!! Io purtroppo questa maratona non la corro, (non ho cosi tanti km nelle gambe) quindi ho pensato di fare d’accompagnatrice a mio marito per una parte del percorso…soffro da pazzi, che voglia di sentire il cuore che va a mille, l’entusiasmo della partenza e il silenzio degli ultimi km… Ma torniamo a noi, sabato si parte alla volta di Reggio, per la prima maratona del marito e di Pietro (nostro compagno di avventure e vicino di casa), ma che emozione! Arrivati sul posto, fin da subito è palpabile che si tratta di una maratona a misura d’uomo!! Semplice, pratica e funzionale, ritiro pettorali, deposito borse, docce ed expo il tutto nel caldo e coperto Palazzetto dello Sport, con il pettorale troviamo anche un buono per il parcheggio e una convenzione per la cena…Ottimo!! Troviamo un po’ di amici che ci fanno poi compagnia durate la cena, conosciamo un ragazzo austriaco che ci racconta delle sue avventure, tipo 24ore in pista o in vasca e addirittura 10 ironman consecutivi, in pratica un folle… >>> Cinzia Bertasa >>>
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: