17^ Maratonina della Città di Busto Arsizio

 
"DA BORDOPISTA"
“Mi ritrovo spesso a immaginare la bellezza di tagliare il traguardo… dopo la fatica di una maratona…anche se half….e ieri a Busto Arsizio… da lontano vidi arrivare senza fatica…ma solo con un’immensa gioia…il volto di quel ragazzo kenyano…Isaac…tanto giovane e tanto sorridente…che ha tagliato il traguardo ad 1h04’16” (e ha anche battuto il record…) che gioia!! Questo si che è stato davvero l’entusiasmo dell’internazionale…che oramai si vede  nei volti dei podisti maratoneti… Davvero meraviglioso quella forza della natura…in Isaac che pare tanto gracile…ma che in realtà ha una muscolatura e un’energia da vendere…”
Viviana

…manca solo la medaglia! di Ilaria Fossati

La mia prima maratonina bustocca. di Giovanni Buscetta

Non ho saputo resistere… di Emiliano Cerana

A Busto senza il cronometro. di Massimiliano Depaoli
Alla faccia dei poveri superstiziosi… di Fabrizio Poli
e Mohammed ringrazia. di Mohammed Bouryal

…a me il 17 piace!  di Antonio
La Mezza di Busto di Simo. di Simona Baracetti
Busto non delude mai. di Massimiliano Montagna
Busto Arsizio, provincia di Milano. di Roberto Viemi
IL MIO DEBUTTO. di Anders Christensen
“Quelli della Via Barack” di Michele Romanini
 
PRIMI 5 albums di ricordi in – FOTO GARE + 1 in GALLERIA FOTO –
 

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • graziella  On 9 novembre 2008 at 19:46

    ciao antonio!! ho un appunto da fare all\’organizzazione della gara, buona per i primi, buona per gli altri, a parte per gli ultimi… già al 15km chi ha avuto la sfortuna di transitare al ristoro non c\’era più nulla, per non parlare poi degli incroci lasciati "incustoditi", difatti una mia amica all\’esordio della sua prima mezza ha dovuto farsi "raccattare" sconsolata dalla protezione civile!!
    l\’ottima riuscita è sopratutto per gli ultimi, daccordo che il tempo massimo era di 2h e 30, ma…
    grazie antonio per lo sfogo, ma credo mi capirai!

  • OneMarathonForCapasso -  On 9 novembre 2008 at 22:44

    Grazie Lella, gli appunti o le critiche aiutano a migliorare.
    Ciao, Antonio

  • Enry  On 10 novembre 2008 at 09:02

    Grazie Grazziella per quanto hai scritto, infatti teterremo sicuramente nota di quanto detto da te e da altri runner!! sul recupero ritirati infatti ho fatto una riflessione nel dopo gara, sono stati pochi, ma essendo alla prima esperienza sul giro unico abbiamo avuto la pecca di non pensare a loro, essendo abituati ai due giri questo problema era prossimo allo zero, anche perchè camminando una persona al primo giro arrivava, adesso prenderemo nota di questo e vedrai che avremo cura anche di loro, sperando che la tua amica però concluda la corsa!!
    per i ristori verificherò con gli addetti e vedremo cosa è mancato.

    per Mohammed grazie per le tue belle parole, mi ha fatto piacere fare la foto con te e Roberto, ti devo dare però una piccola delusione, essendo anche qua la prima edizione della non competitiva su questo tracciato il percorso era di 9 km e 400 metri circa; l\’anno prossimo daremo la misura esatta e segneremo i km.
    Per Fabrizio, grazie per i complimenti, scusa per il "disguido" con l\’addetto, io non lo definirei un fallito, ma magari una persona che trovatasi in difficoltà (non è facile con così tanta gente, riprendere il chip legato al pettorale) è stato fin troppo zelante, mi scuso da parte sua, consapevole che anche lui lo farebbe e in altra circostanza non si comporterebbe così.
    ciao e grazie
    Enrico Traietta
    (presidente Atl. San Marco)
     

  • beppe.griso  On 10 novembre 2008 at 12:46

    era la mia prima mezza a busto,tutto bello dal percorso al ricco pacco gara,ma che senso aveva mettere lo spugnaggio se nn c\’erano le spugne!!!e poi con tutti i viali cosi grossi presenti a Busto,bisognava restringere la partenza ad imbuto
    ciao a tutti

  • Enry  On 10 novembre 2008 at 14:17

    Bene bene, continuo a leggere e prendo nota, ringrazio dei complimenti e prendo ben nota delle critiche, ben poche a dire la verità; ok doverose altre due risposte
    per  Beppe, per evitare un inutile spreco di acqua e far diventare le strade una discarica (come giustamente detto da un altro concorrente) abbiamo provato la soluzione della spugna personale, al palazzetto al momento del ritiro erano presenti moltissime spugne da ritirare e portare con se, forse abbiamo difettato nella comunicazione, anche se era scritto nel foglio all\’interno della busta.
    Per quanto riguarda la partenza il limite era dato da due cose, il primo era quello di vole dare esattamente 21097 metri da percorrere, il tracciato è omologato dalla Fidal e quindi per stare nel viale con partenza ed arrivo abbiamo dovuto partire da li, l\’imbuto di transenne era dovuto al limite di larghezza del tappeto per la rilevazione del Chip (6mt)
    Per Massimiliano Montagna, sei una freccia e sei arrivato prestissimo, purtroppo sei stato uno dei primi a riconsegnare il chip e quindi sei stato involontariamente una cavia nello sganciarlo dal pettorale (era la prima volta per la nostra gara), problema poi risolto per l\’arrivo del gruppone; Massimiliano so che non è il tuo pettorale con cui hai corso, ma se vorrai cercherò di fartene avere uno integro da conservare come ricordo.
    ciao
    Enrico Traietta 
     

  • graziella  On 11 novembre 2008 at 13:42

    ciao… grazie per aver preso il mio commento non come polemica, ma come spunto per avere un occhio in più per gli ultimi. io ho fatto il giro breve e l\’ho misurato con il gps (è un suunto): mi ha dato 9,570 mt….
    ciao graziella
     
     

  • Oliver  On 11 novembre 2008 at 19:51

    La mia mezza di fatica intera
    La sveglia mi indicava che il momento era arrivato, il giorno della gara dove dare senso a tutti gli allenamenti fatti finora iniziava. Busto Arsizio, percorso piatto, non c\’ero mai stato, mah, appena in piedi testo le gambe, sembrano buone per quanto l\’orario non sia il migliore.
    In poco tempo passa tutta l\’attesa, chiacchiere con gli amici, un po\’ di sana tensione e la voglia di partire arriva così come lo sparo, via! Parto bene, 3\’48" al primo km che è anche un po\’ forte ma così si guadagna spazio per correre meno intasati e poi mi stabilizzo sui 4\’ al km, corro bene oggi, tengo il ritmo che devo, riesco anche a trovare un gruppo di persone che corre al mio ritmo, mal comune mezzo gaudio.
    Al giro di pista del 10°km incrocio la Simo che fila come un treno, concentrata, mi fa cenno che tutto fila liscio col pollice. A me anche fila liscio ma non come i primi km, al 14° inizio a percepire che sono un po\’ al limite e, quasi inconsapevolmente rallento quel pelo da farmi recuperare un pochino di energie. I miei compagni di avventura però se ne vanno, loro la crisi non ce l\’hanno. I vialoni lunghi, larghi non mi aiutano certo ma stringo i denti fino al 18° e da lì in poi le cose migliorano, 3\’57" il 20° e 3\’53" l\’ultimo dove ho anche il tempo di assistere a una lite tra un addetto del servizio e un automobilista, quasi una rissa, il segno della solita inciviltà insomma. Chiudo in 1h24\’33" (real time) che mi soddisfa molto, è un tempo che non facevo da un sacco di tempo ed esserci ritornato ancora beh, mi riempie di soddisfazione.
    Bella corsa insomma, peccato per il percorso scorrevole ma in mezzo ai capannoni e alle zone industriali, speriamo tornino al doppio giro.
    Ciao!
    Oliver

  • OneMarathonForCapasso -  On 12 novembre 2008 at 23:18

    Salve, domenica 9 ho partecipato volentieri alla 10km che si è svolta in concomitanza della mezza di Busto, anche perchè non essendomi allenato mi sono prefissato di fare solo i 10km, però mentre correvo mi sono chiesto:perchè ci hanno trattato da podisti di serie B tenendoci divisi dagli altri? ma certo..la fatica e l impegno di un podista vengono premiati solo cè un ritorno..beh ..siamo alle solite..peccato.

  • Enry  On 13 novembre 2008 at 16:49

    Ciao Raffaele, grazie di aver partecipato, non capisco a cosa ti riferisci per il trattamento di serie B, ristori e servizi erano uguali per tutti, l\’unica cosa che cambiava era l\’assenza del pacco gara (non previsto) e il fatto che non ci fosse classifica in quanto non competitiva, abbiamo però ovviato dando dei premi ad estrazione.
    Ovvio che l\’evento clou era la maratonina, ma noi cerchiamo di prestare attenzione anche alla manifestazione collaterale, che tra l\’altro ha uno scopo benefico.
     

  • raffaele  On 13 novembre 2008 at 22:05

    grazie per la tua risposta,Tone,..non mi  riferivo  in particolar modo ai premi ,non è il  portachiavi che mi manca,ma è stata una 10 km  ,anzi una 9,250 un pò in  "sordina" ,capisco la partenza  da dietro, ma l \’arrivo poteva benissimo essere lo stesso della 21 km ,a livelllo personale, un principiante si sarebbe sentito onorato ad oltrepassare quel traguardo..l anno scorso ho pereferito.capisci cosa intendo? comunque non è una critica ma  una valutazione personale.ciao.

  • OneMarathonForCapasso -  On 14 novembre 2008 at 07:16

    Caro presidente Enrico, l\’osservazione che ha fatto Raffaele mi è stata riportata anche da tanti altri partecipanti alla 10km…. si sono sentiti "emarginati" dalla grande festa. Per il prossimo anno sarebbe auspicabile ritornare all\’arrivo unico come avviene un po\’ in tutte le non competieve abinate alle Mezze.

  • Enry  On 14 novembre 2008 at 08:29

    Ciao Raffaele ed Antonio, mi piace questo sistema di comunicare perchè si possono scambiare infretta opinioni e si può dare un contatto diretto e risposte; a me piace spiegare il perchè ed il percome delle scelte e quindi questo mezzo mi consente di poter oltre che ringraziare anche ricevere consigli, non le considero mai critiche, da tutti voi e sciogliere qualche dubbio.
    Quest\’anno è stato un anno molto difficile sulla scelta di logistica e percorso, abbiamo voluto fare un giro unico perchè spesso più gradito ai runner e perchè coinvolge anche più la città, mi piace mensare alle persone di busto che non hanno mai visto il passaggio della mezza e per questa edizione, oltre i soliti beceri automobilisti, hanno potuto godere dello spettacolo offerto da voi corridori; quindi senza divagare il giro unico ci ha messo difronte ad uno sforzo immane nel presidiare il percorso e l\’omologazione fidal richiesta ci ha impegnato un sabato intero (9 ore); dal percorso nuovo dovevamo ricavare una 10 km che facesse fare più km possibili insieme alla mezza per poter far godere dei servizi offerti, tipo il ristoro del quinto km, insieme al fatto di correre con gli amici che fanno la 21; da qui la necessità di conciliare il percorso nuovo della non competitiva con gli uomini già presenti in strada, giocoforza si è tornati indietro per lo stesso percorso e avendo un semaforo da superare alla fine abbiamo fatto il traguardo dall\’altra parte della strada con tanto di Arco di arrivo personale e pubblico presente; fino a che non è arrivato il keniano tutti gli spettatori erano per i partecipanti alla 10 km.
    Detto questo, se vi ricordate lo scorso anno l\’arrivo della non competitiva era posizionato circa 400 metri prima del traguardo perchè due anni fa il fermarsi dei concorrenti arrecava danno al transito della mezza; detto tra noi mi è sembrato che con la prossimità dei due traguardi il pubblico era più numeroso e c\’era anche la presenza dei fotografi, per non parlare dello speacker che per almeno mezzora si è esclusivamente dedicato all\’arrivo dei corridori non competitivi intervistandoli ed incoraggiandoli; da notare che nelle passate edizioni il doppio giro ci dava più possibilità.
    Quindi dopo tante parole confuse posso dirvi che cercheremo di dare sempre più rilevanza alla non competitiva, ricordo che l\’evento principale è la Maratonina e che abbiamo introdotto la 10 km da solo tre anni per poter far correre gli amici e chi volesse fare una passeggiata sulle stesse strade della gara, va da se che l\’alto numero di iscritti alla competitiva ci imponga delle scelte e quindi pur curando tutti i dettagli qualche piccolo errore lo commetiamo, per le prossime edizioni cercheremo una soluzione migliore anche se da mio modesto parere il doppio arrivo è sempre la via più corretta logisticamente, oppure per vitare un affollamento eccessivo in zona traguardo dovremmo ridurre drasticamente i km, cosa per me non corretta 

  • raffaele  On 15 novembre 2008 at 17:23

    Certo che in zona  industriale ce ne  saranno stati di Bustocchi …scherzo va bene cosi  la prossima sarà diversa..mi alleno cosi farò i 21 km e ti dirò come sarà .ciao

  • Enry  On 15 novembre 2008 at 22:37

    ti aspetto!!! allenati bene😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: