Saronno Day – Avon Running – COMMENTI

 
10 maggio – Saronno Running Day
…e la luce della piazza con le sue voci mi accoglie con calore.
di Matteo Raimondi
matteo
Diceva, e dice ancora, il buon Don Fabio Torresani, campione mondiale M45 di corsa in montagna, che quello che importa nelle gare non è tanto la vittoria ma l’insegnamento morale che si trae dalla competizione e le sensazioni che il buon Dio ti ha permesso di vivere. Ebbene, della gara che ho corso sabato sera a Saronno mi è rimasta impressa un’immagine, poi decidete voi se sia un’immagine positiva o negativa. Ho ancora nella mente una strada buia, senza lampioni, l’acqua mista al sudore bruciare negli occhi, l’asfalto bagnato scorrere come ombra sotto i piedi e in lontananza, nel cielo nero, lampi di luce tra il tamburellare dei tuoni. Ma partiamo con ordine.
Sono arrivato a Saronno verso le sette di sera, giusto in tempo per ritirare il pacco gara, fare un’intervista per una televisione privata (mi vergogno sempre e non so neppure cosa dico), e assistere alla partenza della gara degli amatori-master. La Piazza è piena di gente ed anche il percorso, mi diranno, è affollato di tifosi e passeggeri. Mi siedo sui gradini della chiesa e mi godo il trionfo solitario dell’amico Enzo Poletto che vince con autorità la prima edizione della Running Day.
Mentre aspetto di iniziare a fare riscaldamento mi guardo in giro per scrutare gli atleti con cui dovrò gareggiare alle 21:00… >>>dai Matteo>>>


alessia Ho partecipato all’Avon Running.
Ricapitoliamo: era tutta la settimana che mi preparavo per farla, dopo la Stravizzola di 10 km ho fatto 3 allenamenti, mai capitato devo ammetterlo, questo evento mi ha stimolata e ne sono molto fiera. Con la scusa che mio padre Arturo fa il fotografo per onemarathonforcapasso mi sono fatta accompagnare a Milano e quando sono arrivata sono rimasta di stucco per la moltitudine di partecipanti, mai visto una cosa simile, ero emozionatissima ho fatto l’iscrizione e poi qua e là mi sono rifornita dei prodotti messi a disposizione dagli  sponsor della gara. Alle 9,30 è partita la competitiva di 10 km, a seguire siamo partite noi della 5 km. Non vi dico che confusione, un polverone che mi ha fatto bruciare gli occhi, poi la gara tutta su asfalto, meno male. Percorso piatto, ho cercato di allungare secondo le mie possibilità ma a un certo punto ho sentito un dolore al polpaccio che mi ha costretta a rallentare concludendo la gara in 33 minuti giungendo assieme alla 10 km dal lato sinistro dell’arrivo. Guardando le atlete della competitiva mi sono chiesta: arriverò a quei livelli?  Sicuramente mai, con i turni di lavoro che faccio non ho molto tempo per allenarmi; comunque sono soddisfatta lo stesso e grazie all’Avon Running che mi ha molto stimolata continuerò ad allenarmi sperando di migliorare.
Ciao a tutti, Alessia
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: