Trofeo Parco Sempione 2008

 

Il Trofeo Sempione e…. la Divina Commedia

Ciao Antonio,

organizzare una manifestazione a Milano è sempre più difficile. Un sacco di problemi che sorgono ogni giorno, non ultimo l’approvazione del percorso da parte del comune avvenuta solo qualche giorno fa. Organizzare il Trofeo Sempione significa “rubare” il tempo alle nostre famiglie, al nostro lavoro e alla pratica del nostro sport, tutto per tentare di offrire una bella mattinata di sport.

Ma la spinta ad andare avanti ce la date voi tutti che ogni anno ci venite a trovare, ci tirate le orecchie se “cicchiamo” qualcosa, ma che ci fate un sacco di complimenti al termine.

Nelle prime tre ore del pomeriggio abbiamo ricevuto oltre 130 mail di persone entusiaste per il percorso , grate per la “fantastica” medaglia e che ci spingono ad andare avanti perché il prossimo anno “..devono portare i loro amici..”.

Oggi era la 31^edizione del Passo del Ciovasso, gara che all’inizio si svolgeva nel centro di Milano (partenza via Ciovasso), ma che da 20 anni si è trasferito al parco Sempione, dando vita appunto al Trofeo Sempione: Per noi però è sempre il Passo del Ciovasso, come anche riportato su tutte le medaglie distribuite.

E’ stata l’edizione dei record, record di partecipanti fra tutte le prove (competitiva e non) quasi 1500 ; record di iscritti e di classificati nella competitiva.

Ritrovare l’Arena ed il suo utilizzo dopo un anno di esilio è stato bellissimo. Così come è stato fantastico correre in una giornata così calda per essere solo ai primi di Marzo.

E che dire poi del biscione multicolore che si snodava fra i vialetti del parco e la cinta del Castello Sforzesco, tutto intento a sputare l’anima pur di far registrare un gran tempo all’arrivo.

Un grande personaggio presente oggi mi ha abbracciato subito dopo l’arrivo e mi ha confidato che non si aspettava un percorso così bello nel cuore di Milano, chiuso al traffico, senza essere insultato.

Il prossimo obiettivo che ci siamo posti di realizzare entro due anni con la collaborazione di un’altra società è di portare a Milano il campionato italiano master di 10 km su strada in maggio o giugno, sullo stesso percorso del Trofeo Sempione (che si disputerà regolarmente a Marzo dello stesso anno).

Mi chiedevi un ricordo particolare della giornata odierna. Ebbene è un particolare molto “materiale”: man mano che i concorrenti sfilavano per uscire dalla pista, veniva siglato il pettorale per ricevere la medaglia. Ecco mi è capitata una bella signorina con il pettorale spillato sul ridotto top da gara su cui avrei scritto volentieri la divina commedia..

Arrivederci a tutti alle prossime gare del circuito del Corrimilano.

Roberto Cella


Una giornata più che primaverile ha accolto gli oltre mille atleti per festeggiare il 20° compleanno del Trofeo Parco Sempione; Gara podistica di 10 km attraverso il Parco e all’esterno del Castello Sforzesco con arrivo all’interno dell’Arena Civica. Tanti i visi noti e tante le società podistiche presenti al gran completo per una gara sempre bella e ben organizzata facente parte del circuito di “Corrimilano” (questa odierna è la prima delle nove gare in calendario).
Oltre mille (1022 quelli che hanno tagliato il traguardo) gli atleti presenti allo starter tra cui molti nomi noti del podismo lombardo e non solo ed il vocione, che sovrastava tutti,  inconfondibile dello speaker Silvio Amodeo.
Partenza ore 9.30 come previsto ed io come previsto collocato nelle retrovie con la speranza di terminare i 10 km in meno di un’ora (55’ 37”), cosa ch’è avvenuta senza particolari sofferenze e grazie sopratutto allo stimolo di alcune  sfide che si sono concluse alla pari. Gli sfidanti: Cinzia e il presidentissimo Fabio sua lepre, Francesca, rappresentante egregia di podismo e cazzeggio, Enrico mio onorevole presidente di società e me “meschinello”. Cinzia e Fabio al comando fino al 5° km sono stati da me raggiunti e superati senza difficoltà; Francesca mi ha seminato al  3° km facendomi marameo, Enrico, con il claudicante Maurizio, mi raggiungeva all’8° km, ma non mi superava “perché” come prevede un tacito non scritto regolamento societario… testè coniato: “il presidente non può tagliare il traguardo prima del socio più anziano (di età)!”. In realtà Enrico ha giustificato la sua defaillance per “motivi umanitari”: non poteva abbandonare il “Claudicante”. Il presidentissimo Fabio (la lepre) al 6° km lasciava incustodita Cinzia, che non dava più segni di vita,  mi raggiungeva e superava per non subire l’onta e  sfottò di essere stato miseramente battuto anche da me! Cinzia cambia lepre!
In quanto alla gara seria, Joel Kimurer Kemboi 30’13” – Atl. Riccardi (ha avuto la meglio per soli 11” dell’atleta della Comense Paolo Finesso 30’24”) e Giorgia Robaudo 37’12”. (A.S.D. C.U.S. Genova) sono i vincitori del Trofeo Parco Sempione 2008.
Nella gara femminile la seconda posto è andata a Cristina Lena, del GS Montestella (37’50”), che è riuscita a prevalere di soli 5” sull’atleta Comense Cristina Clerici (37’55”).
E’ tutto….. ma Compa (il pezzo forte della RRCM)  che fine ha fatto?
Antonio
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: